Alimentazione Corretta

Gastrite: come Curarla con una Dieta Sana, Mirata e Bilanciata

In questo articolo voglio parlarti di quanto sia importante seguire una dieta per la gastrite che sia efficace e bilanciata al tempo stesso, e di come i sintomi di questo disturbo ormai sempre più diffuso possano essere acuiti o alleviati a seconda del tipo di alimentazione che segui.

La gastrite, o gastroenterite quando è direttamente coinvolto anche l’intestino, è un'infiammazione delle parete e delle mucose dello stomaco. Queste ultime, spesso appaiono arrossate, irritate e gonfie, e nei casi più gravi anche essere accompagnate da perdite di sangue.

Se è di natura lieve, è destinata a scomparire nel giro di pochi giorni e difficilmente senza dei piccoli accorgimenti di natura nutrizionale. In altri casi, invece, le cause possono acutizzarsi portando anche ad una cronicizzazione del disturbo.

Nella stragrande maggioranza dei casi, ciò avviene quando non sono state comprese le cause del problema (siano esse di natura esclusivamente alimentare o anche psicosomatica). La conseguenza è il perdurare della malattia per molti mesi o, nei casi più gravi, anche per anni.

Dico tutto questo essenzialmente per metterti i guardia dalle conseguenze inevitabili di un atteggiamento superficiale, ma è fondamentale mantenere un atteggiamento positivo e sereno (un discorso valido per qualunque tipo di disturbo).

Quindi fa' in modo che questo disturbo non diventi un'ulteriore fonte di stress e preoccupazioni. Non è una semplice "malattia", ma un segnale ben preciso che il tuo corpo di invia e che in quanto tale va accolto con positività.

I sintomi principali


Come detto, è possibile curare la gastrite in modo perfettamente naturale (senza ricorrere a prodotti delle case farmaceutiche che, ovviamente, sono STRA-pubblicizzati nei media come se fossero la via "maestra" verso la guarigione).

Tuttavia, è fondamentale comprenderne le cause ed attuare i necessari cambiamenti al proprio stile di vita. Continuare a fare sempre le stesse cose porterà solo al perdurare delle stesse condizioni nella tua vita. Lo diceva Einstein, mica il primo dei fessi! ;)

La prima cosa da fare quindi è capire cosa l'ha causata, imparando a riconoscere i sintomi che ne segnalano la comparsa. Sono più o meno gli stessi nella stragrande maggioranza dei casi, e adesso li analizzeremo uno per uno. Spesso, si manifestano contemporaneamente.



Se hai almeno due di questi sintomi, con ogni probabilità l’argomento trattato in queste pagine ti permetterà di migliorare notevolmente le tue condizioni di salute.

Nei casi lievi, eviterai definitivamente il peggioramento dei sintomi e le ricadute in futuro. Nei casi più gravi, otterrai grandi miglioramenti anche se il disturbo persisteva da molto tempo.

Tutto quello che dovrai fare è tenere presenti alcuni piccoli accorgimenti legati alle tue attuali abitudini alimentari, al tuo "atteggiamento mentale". lnsomma, si tratta di modificare al meno in parte il tuo stile di vita in generale.

Ho, però, il dovere di fare una precisazione: non sono un medico nè ho la pretesa o la facoltà di sostituirmi ad uno specialista. Quello che scrivo è frutto della mia passione, delle mie ricerche e soprattutto della mia esperienza personale.

Parlo di "passione" e ricerche perchè quello che è nato come una semplice "esigenza di informarsi" è diventato man mano un interesse e successivamente un vero e proprio hobby che coltivano leggendo libri su libri.

Questo interesse per l'alimentazione, poi, con il tempo si è esteso a tutto ciò che ha a che vedere con la salute e il benessere, dal punto di vista fisico, mentale e spirituale.

Dall'altro lato, però, ho vissuto sulla mia stessa per più di un anno i problemi di cui parlo in questa pagina. Per più di un anno, infatti, ho seguito diversi tipi di diete per curarmi dalla gastrite e dalla colite, che nel mio caso quindi erano diventate "croniche".

Il risultato è che, anche se non sono un medico e non ho la minima intenzione di passare per tale, mi concedo la libertà di parlarne apertamente su un sito internet, dando consigli e indicazioni di vario tipo.

Qualche suggerimento per iniziare


Ti basterà, infatti, eliminare per qualche tempo dalla tua dieta una serie di alimenti che in questo momento ti sono altamente nocivi, e sostituirli con i cibi che sto per elencare.

Faccio solo una piccola premessa, dato che mi sento in dovere di “dare a Cesare quel che è di Cesare”, per così dire. Le informazioni che sto per darti non sono frutto di sperimentazioni casuali.

Se ho avuto successo nel mio percorso di guarigione a tal punto da aver creato questo sito, questo non è accaduto nè per caso nè perchè sono un genio e ho scoperto da solo la cura da seguire.

Tutt’altro: ne sono venuto a conoscenza solo dopo essermi imbattuto (per puro caso, questo sì) in Energy Training, il programma online di alimentazione sana creato da due dei più grandi esperti in Italia su questo argomento (e questo è un dato di fatto).

Ancora oggi non smetto di ringraziarli, perchè è stato grazie ai loro insegnamenti a 360° sull'alimentazione e il benessere che sono riuscito a dare una vera e propria svolta alle mie condizioni di salute. Questo sito è anche, perchè no, il mio modo di dire GRAZIE a loro e a quello che fanno con il loro lavoro.

Per iniziare, i seguenti alimenti sono quelli che dovreste assolutamente cercare di mangiare almeno per qualche giorno, finchè i sintomi non si saranno quanto meno alleviati:


 
Quali cibi e bevande, invece, dovresti assumere per stare meglio e migliorare il funzionamento del tuo apparato digerente? Eccone alcuni:


Gradualmente, man mano che le tue condizioni di salute miglioreranno, potrai introdurre altri tipi di verdure, di carne e di pesce, fino a riacquistare la piena funzionalità del tuo apparato digerente.

Ovviamente, però, c'è anche un'altra componente, della quale ho intenzione di parlare non appena avrò approfondito altre ricerche che sto facendo (non posso anticipare la data precisa perchè purtroppo il tempo libero a disposizione non è molto).

Questa componente aggiuntiva e MOLTO spesso trascuratissima anche dai medici è il fatto che ogni persona ha una costituzione diversa e individuabile a partire da una serie di fattori e segnali.

Conclusione


In questa pagina abbiamo sostanzialmente introdotto un argomento di cui ho intenzione di parlare molto approfonditamente, con tutte le sue cause (di ogni tipo), i sintomi e l'alimentazione da seguire.

Per riassumere, ritengo che l'unico modo per guarire definitivamente dall'infiammazione allo stomaco possa essere descritto con le seguenti parole: dieta sana, stile di vita appropriato ed equilibrio emozionale.

Il bello è che è tutto molto più facile e soprattutto divertente di quello che pensi. Nel mio caso, è stata una grande soddisfazione osservare il mio corpo diventare sempre più sano e forte giorno dopo giorno, e ti auguro di poter sperimentare ciò di cui parlo sulla tua stessa pelle! :)

P.S. Se trovi interessante l'argomento della gastrite, vorrei chiederti la cortesia di segnalrmelo con un "Mi Piace" qui sotto.

Ho diverse tematiche di cui vorrei parlare nei prossimi articoli, e sto
cercando di capire se vale la pena trattare altri aspetti legati ai problemi di stomaco (psicosomatica, stile di vita ed atteggiamento mentale) o concentrarmi su altri argomenti.

In ogni caso, ti ringrazio per aver letto fin qui e ti auguro una buona giornata! :)